Tutta colpa di Gaetano! – Hockey Club Valle Verzasca

Tutta colpa di Gaetano!

15 dicembre 2016

Non c’era il pubblico delle grandi occasioni ad assistere all’incontro infrasettimanale tra i beniamini di casa ed il forte Ceresio.
Tutta colpa di “il mio nome è Gaetano!”. Il film girato in Valle Verzasca con la grandiosa partecipazione dei Brad Pitt locali in qualità di comparse.
Il film è infatti stato fatto passare su RSI la Uno prorpio mentre i camosci scendevano sul ghiaccio.
Duro colpo questo inferto ai camosci dalla RSI che, ingenuamente, non ha preso in considerazione il calendario della partite dell’HCVV per la programmazione televisiva.

Passiamo al ghiaccio.
La partita è cominciata nei peggiori dei modi.
Gli ospiti passano in vantaggio in situazione di box play!
Al termine della stessa situazione di inferiorità numerica, il rientrante giocatore del Ceresio si trova il disco sul bastane e a tu per tu con Danielino, infila il disco tra i gambali: 2 a 0!

Secondo tempo: pronti partenza via ed ecco che giunge la rete del 3 a 0, con i camosci in situazione di inferiorità numerica.
Ma i camosci, si sa, son duri a morire. A suonare la carica sono i fratelli Pinana. Massimo Pinana, abile a raccogliere un disco vagante sulla blu d’attacco, infila il portiere ospite con un velenoso back hand. Poco dopo Simone Pinana riapre completamente la partita. Lanciato dal fratello Massimo, Simone si presenta solo davanti al portiere al quale non lascia scampo con un preciso tiro in mezzo ai gambali.
Si va alla pausa sul 3 a 2.

Partita molto intensa, veloce ed equilibrata.

In entrata di terzo tempo i Camosci rimediano una penalità che pagheranno a caro prezzo.
L’indiavolato Crivelli (trascinatore del Ceresio con 4 (quattro) reti!) trafigge Danielino.
Da li in poi i verzaschesi si sono spinti in attacco alla ricerca della rimonta lasciando spazio per i contropiedi avversari.
Contropiedi letali: 6 a 2 al 53° minuto e partita ormai compromessa.

Ad un minuto dalla fine il solito Bordoluzzi, ben imbeccato da Reto Augsburger, insacca la terza rete che va ad abbellire il risultato.

Davvero un gran peccato se si pensa che alla fine del secondo tempo si era sul risultato di 3 a 2 e considerando che i Verzaschesi sembravano lanciatissimi per la rimonta.

Come diceva il vecchio buon John Sarno: “next time”!